Cebularz lubelski


Classe 2.4. Prodotti di panetteria, pasticceria, confetteria o biscotteria

Zona di produzione

Map data ©2011 Tele Atlas - Termini e condizioni d'uso


Il «Cebularz Lubelski» è una schiacciata circolare con un diametro tra i 5 e i 25 cm e uno spessore di circa 1,5 cm realizzata con un impasto di farina di grano di prima qualità con un contenuto di zucchero e di margarina o burro due volte superiore rispetto a un normale impasto di farina. Sulla superficie c’è uno strato di ripieno costituito da cipolle tagliate grossolanamente e mescolate con semi di papavero, sale e olio vegetale. Il ripieno ha una colorazione dorata e il gusto e l’odore caratteristico della cipolla arrostita. Sul perimetro della schiacciata c’è una cornice di pasta della larghezza di 0,5- 1,5 cm. La cornice della pasta ha una crosta croccante con una colorazione da oro chiaro a leggermente rossastro. La mollica è chiara, morbida e leggermente umida. L’odore è quello tipico della cipolla appena arrostita ed è dovuto allo strato di ripieno che si trova in superficie. Se il prodotto viene cotto su una piastra infarinata, sulla parte inferiore del prodotto sono visibili alcune tracce di farina.
Il «Cebularz Lubelski» deve essere consumato entro 48 ore dalla sua cottura.

Materie prime
I m p a s t o
— Farina di frumento utilizzata nell’industria alimentare (priva di impurità organiche e inorganiche e con un indice di caduta non inferiore a 220 e un contenuto di glutine non superiore al 25 %) — 100 kg.
— Zucchero — 2 kg.
— Margarina o burro — 3 kg.
— Lievito — 4 kg.
— Acqua — 50 l.
— Sale — 1 kg.
R i p i e n o
— Cipolla — 30 kg.
— Olio vegetale — 1 l (olio di semi di colza, olio di semi di girasole o un miscuglio dei due).
— Semi di papavero blu — 3 kg.
— Sale — 1,5 kg.


Tutte le fasi della produzione devono svolgersi nell’area geografica indicata:
— la preparazione del ripieno,
— la preparazione dell’impasto,
— la divisione dell’impasto,
— l’attribuzione della forma all’impasto,
— la cottura.

Norme specifiche in materia di affettatura, grattugiatura, condizionamento, ecc.
Il «Cebularz Lubelski» può essere venduto senza imballaggio.
Il prodotto può essere imballato in confezioni individuali solo dopo il raffreddamento. L’imballaggio del prodotto prima del raffreddamento determina un aumento dell’umidità e riduce la croccantezza.

Norme specifiche relative all’etichettatura
Se il prodotto viene imballato, deve essere visibile l’etichetta con la dicitura «Cebularz Lubelski» e il simbolo dell’indicazione geografica protetta.

Definizione concisa della zona geografica
Voivodato di Lublino, come definito dai suoi confini amministrativi.

Legame
Specificità della zona geografica
La tradizione di panetteria di Lublino risale al periodo medievale e i primi riferimenti alla ricetta del «Cebularz Lubelski», che veniva tramandata di generazione in generazione, compaiono già nel XIX secolo. I primi a produrre il «Cebularz Lubelski» sono stati gli Ebrei che vivevano nella parte antica della città di Lublino. Con il tempo la ricetta si è diffusa, grazie alla sua semplicità di preparazione e al costo basso dei suoi ingredienti, in tutta la regione di Lublino. Una caratteristica tipica della regione è stata per molti secoli la commistione di diverse tradizioni di panetteria e la condivisione delle ricette e del metodo di preparazione da parte degli artigiani appartenenti alle diverse culture. Così si è creata la tradizione del «Cebularz Lubelski» che si è guadagnato il favore dei consumatori e che ha cominciato a essere associato indissolubilmente alla regione di Lublino.
In base alle testimonianze degli abitanti di Lublino negli anni tra le due guerre (1919-1939) i «Cebularz Lubelski» erano molto diffusi e venivano prodotti in tutte le panetterie ebraiche. Potevano essere acquistati anche per strada o da venditori ambulanti che li trasportavano in appositi panieri. I più vecchi abitanti di Lublino ricordano che, prima della guerra, i «Cebularz Lubelski» erano diffusissimi e il loro gradevole odore e gusto delicato, uniti al prezzo economico, facevano sì che non occorresse loro alcuna pubblicità supplementare.
Attualmente la migliore fonte di informazione sul «Cebularz Lubelski» sono coloro che operano nel settore dei panifici, tra cui il proprietario del primo panificio aperto dopo la II guerra mondiale a Lublino. Tale panificio viene ora gestito dalla terza generazione di panificatori. Il proprietario ricorda come la gamma dei prodotti messi in vendita dal panificio restaurato dopo le devastazioni provocate dalla guerra fosse molto limitata, ma anche come il «Cebularz Lubelski» non mancasse mai tra i prodotti preparati per le feste di Natale del dopoguerra.
Una caratteristica tipica della regione di Lublino è lo sviluppo particolarmente avanzato del settore della panetteria. Molti dei panifici sono imprese a conduzione familiare in cui si succedono le diverse generazioni. In tal modo vengono trasmessi in maniera naturale il sapere e le esperienze. Inoltre, nel voivodato di Lublino uno degli elementi fondamentali della formazione professionale per panettieri è l’apprendimento della preparazione del «Cebularz Lubelski», una pietanza tipica solo di questa regione.
Il successo del «Cebularz Lubelski» è dovuto anche al fatto che la dieta degli abitanti di questa regione era costituita essenzialmente da cibi semplici, preparati con prodotti agricoli reperibili come i cereali, le cipolle, gli oli vegetali (colza, lino) e i semi di papavero blu.

Specificità del prodotto
Le proprietà caratteristiche del «Cebularz Lubelski», che lo distinguono dagli altri prodotti da forno della regione in cui viene preparato, sono le seguenti:
— l’utilizzazione per la sua fabbricazione di un impasto di farina di frumento di prima qualità,
— la lavorazione a mano,
— la forma circolare,
— la colorazione rossastra e la croccantezza della crosta,
— l’utilizzazione di un ripieno a base di cipolla non sottoposta a trattamento termico e l’aggiunta di semi di papavero,
— una mollica chiara, delicata, leggermente umida e profumata.

Legame causale fra la zona geografica e la qualità o  o una qualità specifica, la reputazione o altre caratteristiche del prodotto
Il legame del «Cebularz Lubelski» con la regione si basa sulle caratteristiche specifiche del prodotto di cui al punto 5.2 e sulla sua reputazione.
La denominazione «Cebularz Lubelski» deriva dalla cipolla utilizzata per il ripieno. Prima della II guerra mondiale i «Cebularz Lubelski» venivano preparati dagli ebrei che vivevano a Lublino, Kazimierz Dolnye Zamość. Dopo la guerra la  ricetta si è diffusa rapidamente in tutta la regione di Lublino. L’origine di un prodotto dalle proprietà straordinarie come il «Cebularz Lubelski» è legata alle caratteristiche specifiche della zona geografica. Gli apporti di diverse tradizioni di panetteria hanno favorito, tra l’altro, la nascita di questo prodotto da forno così caratteristico.
La specificità del «Cebularz Lubelski» è dovuta al suo legame molto forte con la zona di produzione, che si basa essenzialmente sulle eccezionali capacità dei panettieri locali. Tali capacità si manifestano, tra l’altro, nel metodo di preparazione del «Cebularz Lubelski», ad esempio, la scelta di cipolle dal sapore piacevolmente dolce, la maestria eccezionale nel preparare il ripieno, che non deve essere sottoposto a trattamento termico, e l’osservanza dei tempi e delle condizioni necessari per la sua preparazione. Fondamentale è anche l’abilità nel preparare l’impasto con farina di prima qualità per il quale è importantissimo il rispetto delle giuste proporzioni dai diversi ingredienti. Ugualmente  essenziale è che l’impasto venga lavorato a mano e che il ripieno sia disposto in maniera uniforme su tutta la pasta in modo che intorno possa formarsi una cornice rossastra. E’ inoltre opportuno sottolineare che il metodo di preparazione del «Cebularz Lubelski» non si è mai diffuso al di là della regione di Lublino.
I consumatori apprezzano enormemente il «Cebularz Lubelski» che si ritrova in tutte le riunioni,
concorsi e fiere dell’industria panettiera, in Polonia e all’estero, per esempio, alla festa per il raccolto di Lublino e Radawiec Duży, alla festa del pane presso il Museo all’aria aperta (Skansen) di Lublino, alla fiera europea dei prodotti regionali di Zakopane, alla fiera internazionale del pane di Jawor, al salone internazionale Polagra food a Poznan, alle giornate dell’alimentazione nazionale «Natura Food» di Łódź o al salone internazionale dell’alimentazione Food&Taste di Francoforte sull’Oder. Nel corso di tutte le manifestazioni menzionate e di altre ancora, vengono organizzate la degustazione e la vendita del «Cebularz Lubelski». In tal modo, esso è diventato uno dei principali strumenti di promozione della regione di Lublino. Il «Cebularz Lubelski» è presente anche in tutti i concorsi indetti nella regione di Lublino per designare il miglior prodotto culinario. Uno dei più importanti è il concorso Nasze Kulinarne Dziedzictwo – Smaki Regionów, organizzato dalla Camera polacca dei prodotti regionali e locali. Inoltre, la designazione del miglior «Cebularz Lubelski» è uno degli obiettivi principali delle gare organizzate per gli artigiani dell’arte della panetteria durante il festival del pane Święto Chleba, organizzato ogni anno al Museo all’aria aperta (Skansen) di Lublino dall’associazione degli artigiani panificatori della regione di Lublino e dalla corporazione degli artigiani nel settore alimentare di Lublino.
Il «Cebularz Lubelski» è anche servito in molti incontri ed eventi organizzati nella regione di Lublino,
tra cui: i picnic familiari (come il Picnic familiare di Czerniejów), il «Primo incontro di tutti gli uomini che si chiamano Zbigniew» e la riunione delle donne che operano nel settore della panetteria organizzata dalla Camera dell’artigianato e dell’impresa di Lublino.
Il «Cebularz Lubelski» è stato inserito nella «Mappa culinaria della regione di Lublino», un’iniziativa congiunta del giornale locale Dziennik Wschodni e delle autorità della regione di Lublino, destinata a presentare la cucina multiculturale della regione.
La reputazione del «Cebularz Lubelski» e il suo grande significato per la comunità locale sono confermati dai programmi televisivi, le trasmissioni radiofoniche, gli articoli di stampa o le pubblicazioni ad esso dedicate come:
— «Cebularz jest lubelski» («Il Cebularz è di Lublino»), Przegląd Piekarski i Cukierniczy, settembre 2007,
— «Lubelski cebularz – historia regionalna», («Il Cebularz Lubelski: una storia regionale»), Biuletyn Izby Rzemiosła i Przedsiębiorczości w Lublinie, maggio/giugno 2010,
— «Jak cebularz, to tylko lubelski» («Il Cebularz? Solo se Lubelski»), Kurier Lubelski, 20 agosto 2010 e 10 settembre 2010,
— «Cebularz super star», Dziennik Wschodni, 26 marzo 2011.
Su Internet sono stati pubblicati numerosi articoli su tale tema.

Riferimento alla pubblicazione del disciplinare
http://www.minrol.gov.pl/pol/Jakosc-zywnosci/Produkty-regionalne-i-tradycyjne/Zlozone-wnioski-o-
rejestracje-Produkty-regionalne-i-tradycyjne/OGLOSZENIE-MINISTRA-ROLNICTWA-I-ROZWOJU-WSI-z-
dnia-7-wrzesnia-2012-roku

Lublino





15-08-2014

 

 

Altre Ricerche

 Cerca altri prodotti nella Nazione Polonia

 Cerca altri prodotti della  Classe 2.4. Prodotti di panetteria, pasticceria, confetteria o biscotteria

 

 

comments powered by Disqus

 

 

Avvertenze

Eurodop.it nasce come servizio finalizzato alla ricerca delle eccellenze alimentari europee o di paesi terzi ma riconosciute dall'Unione Europea. Recensisce ed offre, in maniera totalmente gratuita, l'aggiornamento dei dossier riguardanti le materie trattate. Le informazioni riportate sul portale sono fornite da terzi o provengono da ricerche proprie sul web......


leggi tutto...

Articoli Recenti

Glückstädter Matjes

Germania   igp

Le «Glückstädter Matjes» vengono prodotte a partire da aringhe leggermente salate (Clupea harengus), perlopiù, ma non necessariamente sfilettate, maturate sulla lisca con enzimi corporei propri del pesce; la tradizione ne prevede la lavorazione manuale.

Leggi tutto...



 

Scheda prodotto

 

Cerca nel sito

 

 

  Cebularz lubelski IGP

Nazione : Polonia   Polonia
Prodotto : IGP   igp

 

La domanda del prodotto Cebularz lubelski  risulta   REGISTRATA


Data presentazione domanda
07.02.2013


Data pubblicazione domanda
19.03.2014


Data registrazione domanda
05.08.2014

 

Cebularz lubelski appartiene alla   Classe 2.4. Prodotti di panetteria, pasticceria, confetteria o biscotteria

 

Codice prodotto ED/0014/e144


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Altre proposte

 

 

 

 

 

 

Ultimi prodotti recensiti

24- 06-2015 Glückstädter Matjes  

Germania   igp


 

Le «Glückstädter Matjes» vengono prodotte a partire da aringhe leggermente salate (Clupea harengus), perlopiù, ma non necessariamente sfilettate, maturate sulla lisca con enzimi corporei propri del pesce; la tradizione ne prevede la lavorazione manuale.....

Leggi tutto

 


24- 06-2015 Arroz Carolino do Baixo Mondego  

Portogallo   igp


 

Si intende per «Arroz Carolino do Baixo Mondego» la cariosside privata della lolla, di diverse varietà, della specie Oryza sativa L, sottospecie japonica (Aríete, EuroSis, Augusto, Vasco e Luna)....

Leggi tutto

 


24- 06-2015 Tοματάκι Σαντορίνης  

Grecia   dop


 

Per Tomataki Santorinis si intende il frutto fresco di un ecotipo locale della pianta «Lycopersicon esculentumMill.», appartenente alla famiglia delle solanacee e rientrante nella varietà di pomodori di piccole dimensioni....

Leggi tutto

 


15- 08-2014 Cebularz lubelski  

Polonia   igp


 

Il «Cebularz Lubelski» è una schiacciata circolare con un diametro tra i 5 e i 25 cm e uno spessore di circa 1,5 cm realizzata con un impasto di farina di grano di prima qualità con un contenuto di zucchero e di margarina o burro due volte superiore....

Leggi tutto

 


15- 08-2014 Upplandskubb  

Svezia   dop


 

L’Upplandskubb è un pane rustico di colore variabile fra il bruno «pan di spezie» ( pepparkaka ) e il grigio-bruno. L’ Upplandskubb è cotto in una forma cilindrica di diametro compreso fra 16 e 23 cm. Il pane è commercializzato dopo essere stato affettato....

Leggi tutto

 


 
topfooter