Ginja de Óbidos e Alcobaça Igp

Pubblicato da Eurodop Nessun commento

 

Ginja de Óbidos e Alcobaça is the name given to the fruit of the ‘Galega’ cultivar, a member of the Rosaceae family, sub-family of stone fruit, genus Prunus, species Prunus cerasus L.

Ginja de Óbidos e Alcobaça indica i frutti appartenenti al cultivar «Galega», appartenenti alla famiglia delle Rosaceae, sottofamiglia Prunoideae, genere Prunus, sottogenere Prunus cerasus L.

Igp  Ginja de Óbidos e Alcobaça  Pt

«GINJA DE ÓBIDOS E ALCOBAÇA»

N. UE: PT-PGI-0005-01143 – 6.8.2013

DOP ( ) IGP ( X )

1.   Denominazione

«Ginja de Óbidos e Alcobaça»

2.   Stato membro o paese terzo

Portogallo

3.   Descrizione del prodotto agricolo o alimentare

3.1.   Tipo di prodotto

Classe 1.6. Ortofrutticoli e cereali, freschi o trasformati

3.2.   Descrizione del prodotto a cui si applica la denominazione di cui al punto 1

La denominazione «Ginja de Óbidos e Alcobaça» indica i frutti appartenenti al cultivar «Galega», appartenenti alla famiglia delle Rosaceae, sottofamiglia Prunoideae, genere Prunus, sottogenere Prunus cerasus L., coltivate nella zona geografica e caratterizzati essenzialmente dal colore vermiglio, dal calibro modesto, dalla forma leggermente appiattita che presentano le caratteristiche chimiche e organolettiche in appresso:

a)   Caratteristiche chimiche

Gli esiti delle prove hanno rivelato i seguenti valori relativi ai parametri di acidità totale e al tenore di zuccheri:

Parametro

Valori minimi

Valori massimi

Acidità totale (g/l di acido malico)

16

20

Zuccheri totali (°Brix)

16

20

b)   Caratteristiche organolettiche

La «Ginja de Óbidos e Alcobaça» si distingue per l’intensità aromatica e per il gusto agrodolce equilibrato, caratteristica conferitale dall’elevata concentrazione simultanea di acidi e zuccheri. La polpa è di consistenza moderata e soda.

3.3.   Mangimi (solo per i prodotti di origine animale) e materie prime (solo per i prodotti trasformati)

3.4.   Fasi specifiche della produzione che devono avere luogo nella zona geografica delimitata

La produzione del frutto e la sua raccolta costituiscono le fasi specifiche che avvengono nella zona geografica delimitata.

3.5.   Norme specifiche in materia di affettatura, grattugiatura, confezionamento ecc. del prodotto cui si riferisce la denominazione registrata

3.6.   Norme specifiche in materia di etichettatura del prodotto cui si riferisce la denominazione registrata

Dell’etichettatura specifica della «Ginja de Óbidos e Alcobaça» fanno parte i seguenti elementi:

1.

Ginja de Óbidos e Alcobaça – Indicação Geográfica Protegida

o

Ginja de Óbidos e Alcobaça IGP

2.

Logo della Ginja de Óbidos e Alcobaça, riportato in appresso:

Ginja de Óbidos e Alcobaça

4.   Delimitazione concisa della zona geografica

La zona geografica di produzione della «Ginja de Óbidos e Alcobaça» è delimitata, sotto il profilo amministrativo, dai comuni di Óbidos, Alcobaça, Nazaré, Caldas da Rainha, Bombarral, Cadaval, oltre che dai distretti di Juncal, Calvaria de Cima, Pedreiras, Porto de Mós (São João Baptista), Porto de Mós (São Pedro), Serro Ventoso e Arrimal del comune di Porto de Mós.

5.   Legame con la zona geografica

La zona di produzione della «Ginja de Óbidos e Alcobaça» è ubicata fra la Serra dos Candeeiros e l’Oceano Atlantico, dove si genera un microclima molto specifico e caratteristico della zona geografica delimitata. Associato alla buona predisposizione a tal fine, si trovano riunite le condizioni di produzione della «Ginja de Óbidos e Alcobaça» di grande qualità organolettica e dalle caratteristiche specifiche, conformemente a quanto indicato al punto 3.2, da cui discende la differenza rispetto alle altre amarene coltivate in altre regioni.

Grazie alla prossimità dell’Oceano Atlantico i valori della temperatura dell’aria sono costanti, con una media giornaliera intorno ai 15 °C. La media annuale delle precipitazioni totali varia dai 600 mm fino ai 900 mm presso la serra dos Candeeiros. L’umidità dell’aria è influenzata dalla vicinanza del mare e dall’incidenza dei venti dominanti provenienti da nord e nordest, con valori annuali intorno all’80 %.

Il soleggiamento, sebbene contrastato dalla vicinanza del Mediterraneo, è influenzato dalla nuvolosità presente, con una media compresa fra 2 400 e 2 500 ore.

È durante la fase di maturazione del frutto che l’abbinamento di tali condizioni particolari (temperatura, umidità atmosferica e soleggiamento) dovute alla prossimità del mare e del sistema montano Aire-Candeeiros-Montejunto, che si sviluppa da nord verso sud parallelamente all’oceano, consente di ottenere frutti con il maggior tenore di zuccheri totali in equilibrio con il livello di acidità, che distingue la «Ginja de Óbidos e Alcobaça» dalle amarene prodotte in altre regioni.

La «Ginja de Óbidos e Alcobaça», coltivata nella zona geografica delimitata, si caratterizza essenzialmente per il colore vermiglio, per l’elevata percentuale di zuccheri e per un’acidità anch’essa elevata, che conferisce loro un gusto agrodolce equilibrato e un aroma intenso, caratteristiche fondamentali per l’impiego come ingrediente nella produzione di generi alimentari a base di tale prodotto.

I liquori, il tè e i dolci prodotti in questa regione sono generi alimentari la cui reputazione trova origine nell’impiego della «Ginja de Óbidos e Alcobaça», che grazie all’elevata concentrazione di zuccheri e acidità, conferisce loro un gusto agrodolce, associando così la qualità del frutto alla sua reputazione.

Anche i fattori umani sono fondamentali per ottenere la «Ginja de Óbidos e Alcobaça», grazie alla competenza dei produttori locali che da generazioni si dedicano alla produzione del frutto e che hanno trasmesso conoscenze basate sull’esperienza pratica.

Ciò è rilevante in particolare per quanto riguarda lo stato di maturazione ideale (concentrazione di zuccheri e di acidi) presentato dai frutti al momento del raccolto, che avviene in un intervallo di circa 20 giorni, scaglionata secondo il diverso grado di maturazione dei frutti.

Quale indicazione per stabilire una data ottimale di raccolta si ricorre a metodi visivi che, specialmente attraverso l’apprezzamento del colore vermiglio dei frutti in tutta la sua estensione, è riconosciuta dai produttori locali grazie all’esperienza maturata nel corso degli anni.

I monaci, con la creazione di masserie, hanno occupato zone a vocazione agricola che corrispondono alle attuali zone di produzione della «Ginja de Óbidos e Alcobaça», attraverso le quali dominavano tutto il commercio locale.

Fra le testimonianze più recenti della reputazione della «Ginja de Óbidos e Alcobaça» si annoverano giornate a tema, seminari e diverse azioni di divulgazione. Anche la stampa locale e diverse associazioni settoriali hanno espresso il loro apprezzamento per la «Ginja de Óbidos e Alcobaça» in quanto frutto di qualità e di interesse per la zona geografica.

La zona geografica delimitata di produzione della «Ginja de Óbidos e Alcobaça» è nota per esserne la culla e la sua reputazione è confermata dalle testimonianze che ne attestano l’esistenza nonché dalla possibilità di dimostrarne la differenza qualitativa nella zona geografica.

Riferimento alla pubblicazione del disciplinare

(articolo 6, paragrafo 1, secondo comma, del presente regolamento)

http://www.dgadr.mamaot.pt/images/docs/val/dop_igp_etg/Valor/doc/CE_Ginja_ObidosAlcobaca.pdf

 

Ricerca rapida : Cerca con le categorie Igp o con i tag Ginja de Óbidos e Alcobaça, portogallo, igp, categoria 1-6, portogallo igp 16, portogallo igp, portogallo 1-6, prugna

 

Ultimi articoli

  • Nagykun rizs Igp
  • Pesca di Delia Igp
  • Ennstaler Steirerkas Dop
  • Vanille de l'île de La Réunion Igp - Francia
  • Jászsági nyári szarvasgomba Igp - Ungheria