Beelitzer Spargel Igp

Pubblicato da Eurodop Nessun commento

 

Beelitzer Spargel refers to the edible stalk of asparagus (Asparagus officinalis). The shrubs are perennial. There is a distinction between the production of white and green asparagus.

Beelitzer Spargel si applica ai turioni commestibili dell’asparago (Asparagus officinalis), una pianta pluriennale. La produzione è distinta tra asparago bianco e asparago verde.

Igp Beelitzer Spargel Igp DE

«BEELITZER SPARGEL»

N. UE: PGI-DE-02167 - 9.2.2016

DOP ( ) IGP ( X )

1.   Denominazione(i)

Beelitzer Spargel

2.   Stato membro o paese terzo

Germania

3.   Descrizione del prodotto agricolo o alimentare

3.1.   Tipo di prodotto

Classe 1.6. Ortofrutticoli e cereali, freschi o trasformati

3.2.   Descrizione del prodotto a cui si applica la denominazione di cui al punto 1

La denominazione «Beelitzer Spargel» si applica ai turioni commestibili dell’asparago (Asparagus officinalis), una pianta pluriennale. La produzione è distinta tra asparago bianco e asparago verde. In base al colore, l’asparago bianco è presente nei sottogruppi bianco e viola. Grazie all’effetto della luce del sole l’asparago verde assume una tipica colorazione verde. Possono essere coltivate tutte le varietà di asparago, senza escludere alcuna diversità varietale. La denominazione «Beelitzer Spargel» si applica ai tutti gli asparagi coltivati nella zona geografica delimitata (cfr. prescrizioni e cartina al punto 4).

In funzione delle varietà, l’asparago può talvolta assumere anche una colorazione viola alla base del gambo, lungo le squame e sulla punta. La raccolta regolare, che avviene di norma da una a due volte al giorno, nonché l’immediata manipolazione del prodotto garantiscono la freschezza degli asparagi fino al consumatore. L’asparago bianco è reciso all’interno del colmo della baulatura, quello verde in superficie. Il «Beelitzer Spargel» è commercializzato come asparago di lunghezza compresa tra 16 e 24 cm, come asparago corto o teste. L’«asparago corto» e le «teste» non soddisfano le caratteristiche di lunghezza minima di 16 cm. Le teste presentano una punta a un’estremità, mentre i prodotti corti possono eventualmente non presentare punte a nessuna delle due estremità.

Lo spessore del «Beelitzer Spargel» è misurato in millimetri. Lo spessore minimo è pari a 8 mm. Di norma, le classi di diametro presentano intervalli di 4 mm: 8-12 mm, 12-16 mm, 16-20 mm, 20-24 mm, 24-28mm, 28 mm+. Dimensioni diverse delle selezioni offerte possono tuttavia essere richieste per soddisfare le esigenze dei clienti. Ad esempio, è possibile aumentare il limite da 12 a 14 mm e da 16 a 18 mm.

Non vi è alcun margine di tolleranza.

Gli asparagi sono posti in vendita pelati o non pelati. La pelatura è eseguita con appositi macchinari o manualmente. I requisiti minimi di conformità alla norma UNECE devono essere soddisfatti per la denominazione «Beelitzer Spargel». Tali requisiti prevedono, in particolare, che il «Beelitzer Spargel» soddisfi le seguenti caratteristiche di prodotto:

sia intero,

sia sano (sono esclusi prodotti affetti da marciume o con altri difetti che li rendono inadatti al consumo),

sia pulito; sostanzialmente privo di sostanze estranee visibili,

sia fresco nell’aspetto e nell’odore,

sia sostanzialmente privo di parassiti e danni causati da parassiti,

sostanzialmente privo di ammaccature,

non presenti umidità esterna anomala, ovvero sia «asciugato» in modo corretto quando viene lavato o raffreddato con acqua fredda,

non presenti odori e/o sapori estranei.

Sono ammesse lievi piegature nell’asparago. La testa dell’asparago presenta una punta prevalentemente chiusa.

3.3.   Alimenti per animali (solo per i prodotti di origine animale) e materie prime (solo per i prodotti trasformati)

3.4.   Fasi specifiche della produzione che devono avere luogo nella zona geografica delimitata

Il «Beelitzer Spargel» viene esclusivamente coltivato nella zona geografica delimitata senza eccezione alcuna. Questo vale per le attività di produzione e raccolta nei campi, nonché per le fasi di preparazione, cernita, legatura in mazzetti e all’occorrenza pelatura. La freschezza del prodotto è garantita dal breve percorso dal campo alla tavola e dalla possibilità di limitare tragitto e durata del trasporto.

3.5.   Norme specifiche in materia di affettatura, grattugiatura, confezionamento, ecc. del prodotto con la denominazione registrata

Esattamente come la produzione e il raccolto, anche le fasi di preparazione e confezionamento si svolgono nella zona geografica delimitata.

Ciò permette di escludere lunghi tempi di trasporto a garanzia della freschezza del prodotto finale. La possibilità di evitare lunghi tragitti inutili durante il trasporto contribuisce in modo determinante al mantenimento della qualità, in quanto consente di preservare la catena del freddo e di evitare, laddove possibile, che i turioni si spezzino.

3.6.   Norme specifiche in materia di etichettatura del prodotto con la denominazione registrata

L’etichettatura avviene con l’apposizione della denominazione «Beelitzer Spargel». In commercio, la denominazione «Beelitzer Spargel» può altresì comparire in associazione alla seguente grafica:

Beelitzer Spargel Igp

4.   Delimitazione concisa della zona geografica

Il territorio della denominazione geografica «Beelitzer Spargel» comprende l’area protetta di Beelitzer Sander nel distretto di Potsdam Mittelmark e parti del distretto di Teltow Fläming. Le dimensioni della zona dipendono dalla necessità, legata alle pratiche agricole, di effettuare la rotazione di questa coltura perenne.

La zona geografica è delimitata come segue:

 

a est dalle strade di collegamento Saarmund, in direzione Tremsdorf (a partire dall’autostrada A10), Schiaß (fino all’incrocio con la L793), Blankensee, Schönhagen, Ahrensdorf, Märtensmühle, Liebätz, Ruhlsdorf fino all’incrocio con la B101;

 

a sud dalle strade di collegamento dal centro abitato di Woltersdorf, lungo la B101 fino all’incrocio con la direttrice che collega Neu Frankenfelde e Berkenbrück, proseguendo in direzione Berkenbrück, Gottsdorf, Kemnitz fino a Buchholz e lungo la strada nazionale B2 fino alla diramazione verso Brachwitz e da qui in direzione Brachwitz, Schlalach e Linthe;

 

a ovest dalle strade di collegamento da Linthe in direzione Brück, Damelang, Cammer fino a Golzow e, lungo la strada nazionale B102, da Golzow fino all’autostrada A2;

 

a nord dall’autostrada A2 (dal raccordo di Brandeburgo fino allo svincolo di Werder) e dall’autostrada A10 (dallo svincolo di Werder fino al cavalcavia attraverso la strada di collegamento tra Saarmund e Tremsdorf).

5.   Legame con la zona geografica

 

1.

Il sapore e la qualità del «Beelitzer Spargel» sono influenzati dalle condizioni climatiche e podologiche tipiche della zona di coltivazione. Il «Beelitzer Spargel» è coltivato in una zona dal clima continentale, caratterizzata da scarse precipitazioni, forte soleggiamento e forti escursioni termiche. In tali condizioni si può passare in breve tempo dal gelo notturno a temperature superiori a 25 °C. In primavera l’area è altresì caratterizzata dalla presenza di zone di alta pressione continentali dalla Polonia. Si registrano temperature medie annue attorno 8,5 °C e precipitazioni medie di 530 mm. I terreni sono soffici, sabbiosi e profondi e presentano un elevato livello di permeabilità all’aria. Per quanto attiene alle tipologie di suolo, vi è prevalenza di sabbia (S) e sabbia argillosa (S1).

Le condizioni di coltivazione favorevoli e la rapida crescita dovuta alla presenza di terreno sabbioso e al clima continentale danno origine a un prodotto delicato, contraddistinto da un gusto equilibrato, privo di sostanze amare in eccesso e aromi indesiderati. Più lenta è la crescita dell’asparago, maggiore è il tempo in cui possono formarsi sostanze amare indesiderate e depositarsi sostanze che ne favoriscono la legnosità. Una crescita rapida, resa possibile dalle condizioni locali, consente di ridurre al minimo tali caratteristiche e limita fortemente la produzione di rugginosità fisiologica. Tali fattori, il turione tenero, i bassi livelli di amaro e la legnosità ridotta costituiscono i motivi per cui i «Beelitzer Spargel» sono così apprezzati dai consumatori.

La ragione della rapida crescita è da ricondurre, da un lato, ai terreni sabbiosi e soffici, che si riscaldano velocemente, dell’area protetta di Beelitzer Sander, e dall’altro alla presenza di primavere molto soleggiate influenzate dal clima continentale dell’Europa orientale. Tale periodo è decisivo per la crescita rapida del raccolto. Le temperature invernali più fredde, che abbassano la media di temperatura annua, esercitano altresì effetti positivi sulla dormienza (ibernazione) dell’asparago e favoriscono una forte gemmazione. Il sapore del «Beelitzer Spargel» si caratterizza per il suo forte aroma tipico dell’asparago. I terreni soffici e sabbiosi e la raccolta giornaliera fanno sì che i turioni dei «Beelitzer Spargel» siano particolarmente teneri. L’azione combinata del forte irraggiamento solare e di terreni che accolgono rapidamente il calore contribuisce alla crescita rapida e favorisce in tal modo lo sviluppo di turioni teneri. La crescita rapida contribuisce altresì a rendere dritti i turioni.

La coltivazione del «Beelitzer Spargel» nei terreni del Beelitzer Sander conferisce all’asparago un’impareggiabile nota di gusto unica e molto gradevole al palato.

Inoltre, è possibile ottenere e mantenere elevati livelli qualitativi grazie a pratiche di produzione a regola d’arte, caratterizzate dall’elevato livello tecnologico e dalla vicinanza geografica tra le attività di produzione e preparazione. La lunga tradizione agricola di questa regione ha consentito di sviluppare vastissime competenze, tramandate di generazione in generazione e che si rispecchiano in una produzione di elevato livello.

 

2.

Il «Beelitzer Spargel» vanta una lunga tradizione, avviata dal mastro vetraio e possidente agricolo Karl Friedrich Wilhelm Hermann, il quale ha iniziato la coltivazione estensiva dei primi asparagi a Beelitz nel 1861. I primi «Beelitzer Spargel» sono stati messi in vendita in quantità maggiori al mercato cittadino dal 1870. L’edizione del 4 aprile 1908 del Beelitzer Zeitung riportava l’appello a fondare una cooperativa per il commercio di asparagi, da costituirsi allo scopo di contrastare il ribasso dei prezzi praticato dai grandi commercianti all’ingrosso e dall’industria conserviera di Berlino attraverso un’attività autonoma di commercializzazione e vendita. Il 24 ottobre 1910 venne costituita un’associazione autonoma per la commercializzazione e la vendita di prodotti ortofrutticoli e asparagi (Spargel-, Obst- und Gartenbauvereinigung) a Beelitz. Nel 1910, circa 600 agricoltori praticavano la coltura dell’asparago su una superficie di circa 1 000 iugeri (pari a 250 ettari). Dal punto di carico di Belitz, ogni giorno alle 18 gli asparagi vengono caricati su autocarri del mercato centrale di Berlino verso diverse destinazioni.

La lunga tradizione e l’importanza della coltivazione dell’asparago di Beelitz è testimoniata, ad esempio, da pubblicazioni avvenute nel quotidiano locale Beelitzer Zeitung negli anni tra il 1910 e il 1912.

Già allora, fra le altre cose, si faceva menzione della partecipazione comune a una mostra mercato di prodotti ortofrutticoli a Berlino. Dal 1927 la regione di Beelitz costituisce con i suoi 450 ettari (pari al 10 % della superficie destinata a tale coltura in Germania) la più grande superficie coltivata ad asparagi dell’ex distretto di Zauch-Belzig.

Dal 1990 è andata rapidamente affermandosi l’eccellente reputazione tradizionalmente vantata dall’asparago di Beelitz, basata sull’elevata qualità del prodotto ottenuta grazie a condizioni di coltivazione particolarmente favorevoli. Dal 1990 si è registrato un aumento costante della superficie dedicata a questa coltura, che con i suoi oltre 1 500 ettari rappresenta ora la regione agricola più estesa del Land del Brandeburgo. Nel frattempo gli asparagi sono divenuti il cibo più rappresentativo della cultura alimentare del Land del Brandeburgo. L’inaugurazione annuale della stagione fa di questa regione una vera e propria vetrina delle pratiche agricole del Brandeburgo, all’avanguardia nella coltivazione, nel marketing e nella commercializzazione. Da anni, inoltre, la città di Beelitz porta il nome del suo prodotto più famoso, essendosi definita «città dell’asparago di Beelitz» (Spargelstadt Beelitz).

Le numerose attrattive turistiche contribuiscono ad accrescere l’elevato prestigio del «Beelitzer Spargel» tra i clienti, attratti in massa nella regione dalla presenza di ristoranti con prodotti di produzione propria e della famosa via dedicata all’asparago Beelitzer Spargelstraße. Il museo dell’asparago di Beelitz (Beelitzer Spargelmuseum) è anch’esso una meta molto popolare.

Anche per le trattorie della regione l’asparago di stagione è l’elemento centrale del menù. La festa degli asparagi, che si tiene ogni anno, è l’evento più importante tra le manifestazioni della città di Beelitz. In questa occasione è possibile gustare il «Beelitzer Spargel» fresco e il prodotto, tanto apprezzato dai clienti, esercita un fortissimo richiamo sul pubblico. Dal 1997 viene incoronata ogni anno la reginetta dell’asparago di Beelitz, ambasciatrice di questo nobile prodotto locale nelle varie manifestazioni che segnano l’apertura della stagione e la accompagnano con numerose sagre paesane.

Riferimento alla pubblicazione del disciplinare

(articolo 6, paragrafo 1, secondo comma, del presente regolamento)

https://register.dpma.de/DPMAregister/geo/detail.pdfdownload/41617

 

Ricerca rapida : Cerca con le categorie Igp o con i tag , Beelitzer Spargel Igp, asparagi, categoria 1-6, germania 1-6, germania igp, germania igp 16, igp, igp-categoria 1-6

 

Ultimi articoli

  • Nagykun rizs Igp
  • Pesca di Delia Igp
  • Ennstaler Steirerkas Dop
  • Vanille de l'île de La Réunion Igp - Francia
  • Jászsági nyári szarvasgomba Igp - Ungheria