Recaş Dop - Romania

Pubblicato da Eurodop Nessun commento

 

RECAŞ

La denominazione di origine controllata “RECAŞ” è attribuita ai vini fermi e spumanti di qualità ottenuta da uve prodotte nella zona delimitata da questo nome, purché rispetto di tutte le disposizioni del disciplinare.
I vini ottenuti su terreni ricchi di ossidi di ferro, hanno un colore rosso brillante e sono molto bene, con una personalità sorprendente. Sono vini destinati agli intenditori, omogenei, che si svelano passo dopo passo con passo. Il gusto non solo conferma i sapori, ma li amplifica, conferendo loro un rivestimento carnoso e solido, quasi grasso. Partendo da una sensazione di frutta dominante, il vino si apre nel tempo, migrando piccoli frutti di bosco (fragole e lamponi) a note floreali, lime, acacia e shock, che compongono uno spettro ampie note intermedie, punteggiate in alcuni punti da fredde impressioni minerali di basalto e da un'acidità amichevole, che riesce a sedersi in un luogo che non provoca il graduale distacco di l'insieme dei sapori. Un retrogusto unico, estremamente lungo e complesso.

Pubblicazione di una domanda di modifica dell’Unione del disciplinare di produzione di un nome nel settore vitivinicolo di cui all’articolo 97, paragrafo 3, del regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio

(2021/C 83/09)

La presente pubblicazione conferisce il diritto di opporsi alla domanda di registrazione ai sensi dell’articolo 98 del regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio (1) entro due mesi dalla data della presente pubblicazione.

DOMANDA DI MODIFICA DELL’UNIONE DEL DISCIPLINARE DI PRODUZIONE

«RECAȘ»

PDO-RO-A0027-AM01

Data di presentazione della domanda: 9.4.2019

1.   Richiedente e interesse legittimo

Associazione professionale Vie Vin Recaș Timiș (AVV Recaș)

2.   Voce del disciplinare interessata dalla modifica

Nome del prodotto

Categorie di prodotto vitivinicolo

Legame

Restrizioni in materia di commercializzazione

3.   Descrizione e motivi della modifica

3.1.   Inclusione di una nuova categoria di vino spumante di qualità

Descrizione e motivi

È stata introdotta la nuova categoria «vino spumante di qualità».

Di conseguenza sono stati modificati la sezione I del disciplinare di produzione e il punto 1.3 del documento unico.

Negli ultimi anni è stato condotto un monitoraggio della produzione dei vini spumanti a partire da vini di base al fine di ottenere vini spumanti di qualità dalle uve coltivate nella zona di Recaș. Alcuni comitati di certificazione della qualità hanno effettuato numerose valutazioni su vini con denominazione di origine, tenendo in considerazione che i vini di base prodotti in tale zona hanno caratteristiche che corrispondono a quelle dei vini fermi prodotti nella medesima zona da uve provenienti dal terroir di Recaș e che possiedono le caratteristiche di qualità della zona.

Al momento dell’introduzione a livello nazionale del metodo tradizionale di produzione dei vini spumanti di qualità, essi erano prodotti soltanto nella zona di Recaș e su base occasionale. Dal momento che le varietà di uve utilizzate per produrre vini spumanti di qualità non erano mai state coltivate nella zona di Recaș, l’impianto è iniziato soltanto in seguito, e solo con la vendemmia del 2011 è stata condotta la prima valutazione per certificare un vino di base per vini spumanti di qualità.

Ha fatto seguito una fase di rinnovamento tecnologico delle cantine di elaborazione con attrezzature moderne al fine di realizzare tale prodotto, ma anche in risposta alla domanda del mercato. Il metodo tradizionale di produzione di vini spumanti di qualità è così diventato realtà.

Durante il periodo di monitoraggio i vini spumanti prodotti nella zona della denominazione di origine Recaș («Recaș») da vini di base ottenuti da uve ivi coltivate hanno vinto premi a concorsi nazionali e internazionali (Concours Mondial Bruxelles 2012, 2013 e 2014, medaglia d’argento per Bendis Brut Rose 2011, Bendis 2012 e Bendis Brut Rose 2013, Effervescens du Monde 2013, Francia, Medaille d’Argent, per Bendis Brut 2012 e al Wine Tasting Competition International Summer Wines 2012, Magonza, Germania, per Bendis 2011, cui sono state conferite tre stelle), che ne hanno confermato la qualità e ribadito l’opportunità di aggiungerli al disciplinare.

L’introduzione di nuove categorie di vini spumanti di qualità con la DOP «Recaș», con caratteristiche fruttate e, in particolare, l’acidità e la vivace freschezza, sfrutta appieno il potenziale del suolo e del clima della zona di Recaș e richiama l’attenzione del consumatore sulle loro qualità derivanti dalla materia prima proveniente dalla zona geografica di Recaș e dalla sua specifica impronta climatica, che la differenzia da altre regioni vitivinicole della Romania.

Le varietà di uve da vino comprendono Fetească Regală, Mustoasă de Măderat, Chardonnay. Nella produzione dei vini spumanti di qualità sono utilizzate le varietà Pinot Gris, Traminer Roz, Pinot Noir, Burgund Mare, Cadarcă, Syrah e Fetească Neagră.

3.2.   Inclusione delle caratteristiche analitiche di una nuova categoria di vino (vino spumante di qualità)

Descrizione e motivi

Il disciplinare è stato ampliato in modo da includere le caratteristiche analitiche dei vini spumanti di qualità al fine di descrivere tali parametri per la nuova categoria introdotta.

Di conseguenza sono stati modificati la sezione XI, lettera a), del disciplinare e il punto 1.4 del documento unico.

3.3.   Indicazione delle caratteristiche organolettiche di una nuova categoria di vino (vino spumante di qualità)

Descrizione e motivi

In seguito all’introduzione dei vini spumanti di qualità, sono state aggiunte le caratteristiche organolettiche (dal punto di vista dell’aspetto, dell’aroma e del sapore) dei vini spumanti di qualità, che devono essere necessariamente descritte ogni volta che viene aggiunta una nuova categoria di vino.

Di conseguenza sono stati modificati la sezione XI, lettera b), del disciplinare e il punto 1.4 del documento unico.

3.4.   Modifica delle rese di vino mediante l’aumento del livello massimo di resa

Descrizione e motivi

La produttività viticolturale è stata aumentata per le varietà consentite coltivate nella zona in cui si ottengono i vini fermi e i vini spumanti di qualità, al fine di adeguarsi alle pratiche di produzione che rendono possibile ottenere vini spumanti di alta qualità.

Di conseguenza sono stati modificati le sezioni V e VI del disciplinare e il punto 1.5.2 del documento unico.

La modifica è dovuta a un cambiamento della densità dei vigneti nella zona, in cui nel corso del tempo è aumentata per effetto dell’attuazione di programmi di reimpianto e di ristrutturazione, nonché di opere collegate al processo di introduzione di una completa meccanizzazione.

La produzione dei vini DOP «Recaș» nella zona delimitata era basata su vigneti a basse densità per ettaro dovute alle ampie distanze di impianto (da 2 222 a 2 778 ceppi per ettaro) e su vecchi cloni a basso potenziale di resa e qualità dell’uva. Tuttavia, partire dal 2007, molti dei vigneti della zona sono stati piantati con una densità di impianto rimisurata, al fine di garantire una completa meccanizzazione e di utilizzare al contempo varietà con sufficiente vigore per garantire una resa maggiore e mantenere un livello di qualità coerente con la denominazione di origine protetta.

Al fine di sostenere un aumento delle rese, sono state monitorate le rese medie nella zona di Recaș in diversi periodi di cinque e tre anni consecutivi, sulla base delle specifiche caratteristiche delle varietà consentite per la coltivazione, con l’obiettivo di identificare esattamente quale potesse essere il livello massimo appropriato della loro produttività per soddisfare la qualità dei vini tutelati dalla DOP (denominazione di origine protetta) «Recaș».

Le varietà piantate sono generalmente autoctone, ma sono presenti anche cloni di valore notevolmente superiore alle varietà standard, i quali esprimono il loro potenziale attraverso i vini prodotti con l’utilizzo di tecnologie modernizzate.

Le varietà Mustoasă de Măderat, Syrah e Alicante Bouschet, in particolare, assicurano rese maggiori grazie alle dimensioni dei grappoli e al contenuto di succo nei vacuoli degli acini.

3.5.   Aggiunte alle pratiche specifiche utilizzate per ottenere una nuova categoria di vino (vino spumante di qualità)

Descrizione e motivi

Il disciplinare è integrato con le pratiche specifiche utilizzate per ottenere una nuova categoria di vini spumanti di qualità in seguito all’aggiunta della nuova categoria di prodotto.

Sono stati modificati la sezione IX del disciplinare e il punto 1.5.1 del documento unico.

3.6.   Inclusione nell’etichettatura di alcune indicazioni facoltative facenti riferimento alla tecnologia specifica utilizzata per ottenere la nuova categoria di vino introdotta (vino spumante di qualità)

Descrizione e motivi

Il disciplinare (condizioni di etichettatura) è stato integrato, per la nuova categoria di vino (vino spumante di qualità), con l’indicazione facoltativa delle tecnologie specifiche utilizzate per ottenere la categoria stessa, dal momento che queste hanno un impatto sul modo in cui il vino spumante «Recaș» viene percepito dai consumatori evocando la reputazione della denominazione di origine protetta (DOP).

La sezione XII del disciplinare e il punto 1.9 del documento unico sono stati modificati di conseguenza.

3.7.   Inclusione di nuove varietà di uve da vino per i vini fermi

Descrizione e motivi

Sono state aggiunte all’elenco delle varietà principali nuove varietà di uve approvate per i vini fermi.

Di conseguenza sono stati modificati la sezione IV del disciplinare e il punto 1.7 del documento unico.

La modifica è necessaria al fine di sfruttare il potenziale aromatico delle varietà, per preservare la reputazione e diversificare la gamma di varietà della DOP «Recaș», sia per i vini fermi che per i vini spumanti di qualità ottenuti. Tali varietà sono riscontrate nei vigneti oggetto del programma di conversione/ristrutturazione.

Le nuove varietà introdotte sono state selezionate in seguito a uno studio accurato del mercato rumeno, che ha iniziato a sviluppare ed espandere una nicchia per le varietà autoctone e per quelle con meno tannini e più elementi fruttati. La diversificazione delle varietà consente una più vasta gamma di sviluppo della complessità aromatica, dell’espressività e dell’originalità dei vini fermi e spumanti di qualità «Recaș», come è stato evidenziato per i vini fermi prodotti in questa zona vitivinicola almeno sin dal 1318.

Pertanto se le varietà rumene quali Fetească Albă, Tămâioasă Românească e Negru de Drăgășani danno rilievo al terroir di Recaș, le varietà Viognier e Traminer Roz evidenziano la complessità degli aromi primari di fiori e di frutti verdi e a nocciolo (albicocche e pesche bianche) tipici dei vini Recaș, restituendo alla varietà Alicante Bouschet il ruolo di rafforzare il colore intenso dei vini rossi di fascia alta. L’introduzione nell’uvaggio della varietà Cabernet Franc, con cui si producono vini raffinati e complessi, rappresenta la continuazione degli sforzi per ricavare il meglio dalle specificità della regione vitivinicola occidentale della Romania.

3.8.   Indicazione delle pratiche tecnologiche utilizzate per ottenere una nuova categoria di vino (vino spumante di qualità)

Descrizione e motivi

Il disciplinare è integrato con informazioni sulle tecnologie specifiche utilizzate per ottenere una nuova categoria di vini spumanti di qualità in seguito all’aggiunta di una nuova categoria di prodotto.

È stato modificato il capitolo IX del disciplinare di produzione, mentre il documento unico non è stato modificato.

3.9.   Indicazione del legame con la zona geografica della nuova categoria di vino (vino spumante di qualità)

Descrizione e motivi

Al fine di garantire la conformità alla legislazione sull’introduzione di una nuova categoria di vino (vino spumante di qualità), il disciplinare è integrato affinché il legame con l’area geografica stabilito dalla legislazione sia descritto in modo sufficientemente dettagliato anche per la categoria del vino spumante di qualità.

Di conseguenza sono stati modificati la sezione II del disciplinare e il punto 1.8 del documento unico.

DOCUMENTO UNICO

1.   Nome del prodotto

RECAȘ

2.   Tipo di indicazione geografica

DOP — Denominazione di origine protetta

3.   Categorie di prodotti vitivinicoli

1.

Vino

5.

Vino spumante di qualità

4.   Descrizione del vino (dei vini)

Caratteristiche analitiche e organolettiche — vini bianchi

Muscat Ottonel: giallo paglierino, giallo verdolino; tipico sapore del Moscato, con rotondità e note leggermente vellutate.

Sauvignon: giallo verdolino, aroma delicato di fiori di vite e di sambuco; sapore fruttato, gradevole, con un finale persistente.

Pinot gris: giallo limone, profumo di fiori di campo; sapore pieno, intenso, di carattere e con una discreta nota speziata.

Fetească regală: giallo limone, aroma delicato e fresco di fiori di campo; sapore fruttato, molto rotondo.

Riesling varietale (Riesling de Rhin, Riesling italian): giallo pallido, con iridescenza verdognola, aroma raffinato e gradevole di uva in fase di maturazione; vivace, fruttato, con personalità e un finale equilibrato e gradevole.

Mustoasă de Măderat: giallo verdolino, traslucido, fruttato, con un aroma particolare e discreto di mela verde, raffinato; sufficientemente acido, equilibrato.

Chardonnay: giallo dorato, aroma caratteristico di acacia, con un sapore fresco di burro e miele se leggermente invecchiato; grasso, rotondo, vellutato.

Fetească albă: giallo paglierino, verdolino, con aroma di fiore di vite semischiuso; armonioso, con una raffinatezza naturale tipica dell’acidità conferita dalla zona inferiore della valle in cui è coltivato.

Tămâioasă românească: giallo dorato, verdolino, con uno specifico aroma di mirra, incenso, note di acacia e di favo di miele di tiglio, che si ritrovano anche nel finale.

Traminer Roz: con un particolare aroma di petali di rosa di Damasco e fiori di tiglio schiusi; sapore grasso.

Viognier: giallo verdolino, esprime al meglio la mineralità del suolo; note floreali di gelsomino, note di albicocca in fase di maturazione; raffinato sapore speziato, fruttato.

Caratteristiche analitiche generali

Titolo alcolometrico totale massimo (in % vol)

15

Titolo alcolometrico effettivo minimo (in % vol)

11

Acidità totale minima

3,5 grammi per litro, espressa in acido tartarico

Acidità volatile massima (in milliequivalenti per litro)

18

Tenore massimo di anidride solforosa totale (in milligrammi per litro)

250

Caratteristiche analitiche e organolettiche — vini rossi

Cabernet Sauvignon: da rosso violaceo a rosso mattone quando invecchia, aroma di peperoncino, eucalipto, uvetta di Corinto e mirtillo; erbaceo, finemente astringente, maturato in botte, note sottili di vaniglia.

Merlot: rosso rubino, aroma di prugna, ribes nero e lampone, leggermente astringente e vellutato, invecchiando sviluppa un bouquet piacevole con note di menta e caffè.

Pinot Noir: rosso-marroncino, aroma di ciliegie, lamponi e fragole; invecchiando acquisisce aromi di uva passa, fieno e pepe nero.

Fetească Neagră: rosso granato, note di pepe verde, con l’invecchiamento sviluppa note di ribes nero e prugna secca, la maturazione apporta armonia e un bouquet definito.

Burgund Mare: rosso scuro, aroma di frutti di bosco maturi: sapore equilibrato e persistente di ribes rosso, mora e mirtillo, con tannini equilibrati e astringenti.

Cadarcă: aroma di frutti di bosco maturi: ribes, mirtilli rossi, more, vellutato; in condizioni di minore umidità produce vini con un sapore di chiodi di garofano.

Syrah: rosso vivace, aroma di pepe, amarena, leggermente speziato, con note dolci e speziate nel finale.

Novac: rosso rubino intenso, rosso mattone a maturità, bouquet di mirtilli, aroma speziato di chiodi di garofano, tannini ben integrati, con un’acidità raffinata.

Negru de Drăgăşani: rosso scuro, aroma di amarena, mirtillo maturo, sapore vellutato quando invecchiato, acidità ben integrata, retrogusto persistente.

Alicante Bouschet: varietà di uva tintoria, ricca di antociani, vini neutri di colore molto intenso.

Cabernet Franc: rosso rubino, specifici aromi di frutti di bosco stramaturi, vegetali ed erbacei, vigorosi, tipici della zona DOP «Recaș».

Caratteristiche analitiche generali

Titolo alcolometrico totale massimo (in % vol)

15

Titolo alcolometrico effettivo minimo (in % vol)

11

Acidità totale minima

3,5 grammi per litro, espressa in acido tartarico

Acidità volatile massima (in milliequivalenti per litro)

20

Tenore massimo di anidride solforosa totale (in milligrammi per litro)

200

Caratteristiche analitiche e organolettiche — vini spumanti di qualità

I vini spumanti di qualità sono caratterizzati da finezza, freschezza, naturalezza, aromi di fermentazione con note di fiori, miele, fieno leggermente essiccato, note di autolisi che ricordano il pane caldo.

Aspetto visivo: da giallo verdolino a giallo pallido, da giallo verdolino a giallo paglierino, brillante, con spuma persistente per i vini spumanti bianchi e rossi di varia intensità; brillante, con spuma raffinata e persistenza per il vino spumante rosato.

Aroma: fresco, raffinato, floreale per molti vini bianchi.

Sapore: acido, raffinato, elegante, floreale, note olfattive e gustative di autolisi (biscotti, pane tostato).

Le varietà di uve utilizzate per la produzione dei vini spumanti di qualità DOP «Recaș» (Fetească regală, Mustoasă de Măderat, Chardonnay, Pinot Gris, Traminer Roz, Pinot Noir, Burgund Mare, Cadarcă, Syrah, Fetească Neagră) sono caratterizzate da corposità e da una particolare finezza, che conferisce loro vigore e corpo, con la finezza specifica e le note fruttate e vellutate derivanti in particolare dallo Chardonnay, e l’acidità e la freschezza necessarie per i vini spumanti (in particolare Mustoasă de Măderat).

La sovrapressione dei vini spumanti di qualità è pari almeno a 3,5 bar a 20 °C.

Caratteristiche analitiche generali

Titolo alcolometrico totale massimo (in % vol)

12,5

Titolo alcolometrico effettivo minimo (in % vol)

11

Acidità totale minima

3,5 grammi per litro, espressa in acido tartarico

Acidità volatile massima (in milliequivalenti per litro)

15

Tenore massimo di anidride solforosa totale (in milligrammi per litro)

150

5.   Pratiche di vinificazione

a.   Pratiche enologiche specifiche

Pratiche specifiche per i vini spumanti di qualità

Pratica enologica specifica

I vini spumanti di qualità devono essere ottenuti tramite una seconda fermentazione in autoclave o in bottiglia, a seconda della tecnica applicata.

Per la produzione dei vini spumanti di qualità «Recaș», sia il vino di base utilizzato per ottenere il vino spumante di qualità, sia il prodotto finale devono essere elaborati all’interno della zona delimitata.

I vini spumanti di qualità DOP «Recaș» rosati possono essere ottenuti solamente da varietà nere o rosse, tramite macerazione del frutto. Ai fini del presente documento, possono essere altresì considerati come vini rosati quelli prodotti dalle varietà Pinot Gris e Traminer Roz, qualora il frutto sia macerato per il tempo necessario a estrarre il colore da tali varietà dalla colorazione leggera. Il vino bianco può essere ottenuto anche tramite la vinificazione di uve nere o rosse.

b.   Rese massime

Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Fetească Neagră, Pinot Noir

13 000 chilogrammi di uve per ettaro

Chardonnay, Muscat Ottonel, Pinot Gris, Riesling italian, Tămâioasă Românească, Traminer Roz

13 000 chilogrammi di uve per ettaro

Cadarcă, Merlot, Riesling de Rhin, Sauvignon, Viognier, Negru de Drăgășani

14 000 chilogrammi di uve per ettaro

Burgund Mare, Fetească Regală, Fetească Albă, Novac

15 000 chilogrammi di uve per ettaro

con rese generate dalle dimensioni del grappolo e dal contenuto di succo nei vacuoli degli acini per Mustoasă de Măderat, Syrah, e Alicante Bouschet

16 000 chilogrammi di uve per ettaro

Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Fetească Neagră, Pinot Noir

97,5 ettolitri per ettaro

Chardonnay, Muscat Ottonel, Pinot Gris, Riesling italian, Tămâioasă Românească, Traminer Roz

97,5 ettolitri per ettaro

Cadarcă, Merlot, Riesling de Rhin, Sauvignon, Viognier, Negru de Drăgășani

105 ettolitri per ettaro

Burgund Mare, Fetească Regală, Fetească Albă, Novac

112,5 ettolitri per ettaro

con rese generate dalle dimensioni del grappolo e dal contenuto di succo nei vacuoli degli acini per Mustoasă de Măderat, Syrah, e Alicante Bouschet

120 ettolitri per ettaro

6.   Zona geografica delimitata

La zona delimitata per la produzione dei vini con la denominazione di origine protetta «Recaș» è situata nelle aree seguenti del distretto di Timiș:

la città di Recaș e i villaggi di Izvin, Herneacova e Petrovaselo.

7.   Varietà principale/i di uve da vino

Alicante Bouschet N - Alicante Henri Bouschet

Burgund Mare R - Grosser burgunder, Grossburgunder, Blaufrankisch, Kekfrankos, Frankovka, Limberger

Cabernet Franc N

Cabernet Sauvignon N - Petit Vidure, Bourdeos tinto

Cadarcă R - Schwarzer Kadarka, Rubinroter Kadarka, Lugojană, Gâmză, Fekete budai

Chardonnay W - Gentil blanc, Pinot blanc Chardonnay

Fetească albă B - Păsărească albă, Poama fetei, Mädchentraube, Leanyka, Leanka

Fetească neagră N - Schwarze Mädchentraube, Poama fetei neagră, Păsărească neagră, Coada rândunicii

Fetească regală B - Königliche Mädchentraube, Königsast, Kiralyleanka, Dănășană, Galbenă de Ardeal

Merlot N - Bigney rouge

Muscat Ottonel B - Muscat Ottonel blanc

Mustoasă de Măderat B - Lampau, Lampor, Mustafer, Mustos Feher, Straftraube

Negru de Drăgăşani N

Novac N

Pinot Gris G - Affumé, Grau Burgunder, Grauburgunder, Grauer Mönch, Pinot cendré, Pinot Grigio, Ruländer

Pinot Noir N - Blauer Spätburgunder, Burgund mic, Burgunder roter, Klăvner Morillon Noir

Pinot noir N - Spätburgunder, Pinot nero

Riesling de Rhin B - Weisser Riesling, White Riesling

Riesling italian B - Olasz Riesling, Olaszriesling, Welschriesling

Sauvignon B - Sauvignon verde

Syrah N - Shiraz, Petit Syrah

Traminer Rose Rs - Rosetraminer, Savagnin Rose, Gewürztraminer

Tămâioasă românească W - Busuioacă de Moldova, Muscat blanc à petit grains

Tămâioasă românească B - Rumänische Weihrauchtraube, Tamianka

Viognier B - Bergeron, Barbin, Rebolot, Greffou, Picotin Blanc, Vionnier

Viognier B - Petit Vionnier, Viogne, Galopine, Vugava bijela

8.   Descrizione del legame/dei legami

Informazioni sulla zona geografica

Fattori naturali

La pianura delle regioni del Banato e Crișană è la continuazione occidentale delle colline pedemontane dei monti Zarand, fino al limitare della grande pianura pannonica. Le differenze a livello di caratteristiche biologiche e pedoclimatiche danno vita a due sottounità: la pianura superiore (colline) e la pianura inferiore.

La zona delimitata della DOP «Recaș» è situata prevalentemente nella pianura superiore, nella zona collinare, e circa il 18 % della zona delimitata della denominazione di origine protetta si trova sulle colline pedemontane più elevate, che sono frammentate da una rete di vallate che funge da passaggio fra le colline pedemontane e la pianura inferiore.

L’irraggiamento totale (somma dell’irraggiamento diretto e diffuso) ha un valore medio pari a 118 kcal/cm2, di cui 100 kcal/cm2 si concentrano nei mesi caldi (aprile-settembre), fornendo alle viti ciò di cui necessitano per i processi metabolici di fotosintesi.

Considerato che il numero di giornate di soleggiamento è pari a 292 e che gran parte delle varietà di uve nere necessita di molta luce solare, le condizioni della zona risultano favorevoli alla produzione di vini ben definiti.

Le precipitazioni sono classificate all’interno dell’isoieta di 608 mm secondo le misurazioni della stazione meteorologica di Recaș nel periodo dal 1949 al 1995.

Grazie esclusivamente alla combinazione di aria calda e bassa umidità dell’aria, vi sono anni in cui la varietà Syrah/Shiraz può raggiungere un livello di qualità simile a quello dei vini della Barossa Valley in Australia.

L’altitudine delle colline pedemontane di Recaș e Petrovaselo varia dai 135 ai 180 metri, secondo l’andamento della rete idrografica delle colline di Lipova (Dealurile Lipovei), altra zona vitivinicola. I rilievi creati da tale rete idrografica comprendono pianure interfluviali, con microdepressioni contornate da ripidi pendii e vallate paludose o periodicamente sommerse di varia profondità.

Il profilo dei pendii è solitamente morbido, con la presenza di rarissimi rilievi di origine mista, risultato di antichi smottamenti ora stabilizzati. Le colline terrazzate di Recaș e Izvin poggiano su uno sperone lungo la riva del fiume Bega, che costeggia la pianura inferiore del fiume Timiș, formando un altopiano piatto, terrazzato, i cui contorni non sono marcati da elementi in rilievo.

Le zone con suolo ricco di scheletro sono valorizzate con l’uso della varietà Negru de Drăgășani, che trova qui condizioni del suolo simili a quelle delle colline subcarpatiche dove il vitigno è stato creato da ricercatori rumeni nel settore della viticoltura.

Fattori umani

Le pratiche agrotecniche, la gestione della struttura della vite e la determinazione della maturità tecnologica per la vendemmia delle uve destinate alla produzione del vino di base per i vini spumanti di qualità DOP «Recaș», unitamente alle qualità che le uve hanno acquisito in vigna e durante la lavorazione, rendono questo prodotto un vino eccezionale, con una personalità propria, di facile identificazione sul mercato, non solo grazie all’etichetta ma anche per il sapore e l’aroma.

Al fine di determinare la maturità tecnologica per la vendemmia delle uve, si misura la massa di un campione medio di 1 000 acini, si verifica lo stadio di maturità del vinacciolo e si determina il livello di zuccheri accumulati in rapporto all’acidità. Tale rapporto influenza e garantisce un’acidità equilibrata, in particolare nei vini con carattere fresco e floreale.

I produttori selezionano con cura le varietà per i vini spumanti di qualità in fase di vendemmia e pre-lavorazione, al fine di ricavare l’espressività aromatica di dette varietà, preservare l’equilibrio degli aromi e ottenere una spuma raffinata. Esistono varietà (quali lo Chardonnay) che dispongono di un grande potenziale di evoluzione aromatica sotto forma di vini spumanti di qualità. La vendemmia precoce fa sì che gli aromi siano finemente delineati, delicati e meno potenti, e permette di preservare l’acidità media e in particolare gli aromi freschi di tali vini spumanti di qualità, così come il finale equilibrato.

Legame con la zona delimitata

Dettagli del prodotto

I vini rossi ottenuti da suoli ferruginosi hanno un colore rosso acceso, sono estremamente raffinati e hanno una personalità eccezionale.

I vini sono coerenti e rivelano le proprie qualità gradualmente. In termini di sapore, il vino non solo conferma il proprio aroma, ma lo amplia e fornisce al sorso una sensazione carnosa, solida, quasi grassa.

A partire da forti sensazioni fruttate, il vino si sviluppa nel corso del tempo, passando dai piccoli frutti di bosco (fragoline e lamponi) per i vini rossi alle note floreali di tiglio, acacia e sambuco per i vini bianchi, coprendo una vasta gamma di note intermedie, inframmezzate da sensazioni minerali di basalto freddo, combinate con una piacevole acidità, il tutto risolto in un complesso armonioso, senza che la gamma di aromi si separi nelle sue singole componenti. Il finale è unico, molto persistente e complesso. È difficile fare un paragone con qualsiasi altro vino.

I vini bianchi fermi hanno inoltre vigore e grassezza, sottili note di fiori di vite, sambuco, frutti, aromi specifici di mela verde, burro fresco e miele con un leggero invecchiamento, nonché la tipica raffinatezza naturale sostenuta dall’acidità conferita dal terroir della parte bassa delle valli in cui si trovano i vigneti, con note di favo di miele d’acacia e tiglio nel finale.

I vini rossi hanno aromi di prugne, ribes nero, lamponi e una leggera astringenza, con un bouquet attraente dato dall’invecchiamento, che sfoggia note coerenti di menta e caffè, tannini astringenti ed equilibrati e sottili note di vaniglia dovute alla maturazione in botte.

Se le varietà rumene quali Fetească Albă, Tămâioasă Românească e Negru de Drăgășani danno rilievo al terroir di Recaș, le varietà Viognier e Traminer Roz evidenziano la complessità degli aromi primari tipici dei vini di Recaș, restituendo alla varietà Alicante Bouschet il ruolo di rafforzare il colore intenso dei vini rossi di qualità premium. La varietà Cabernet Franc, da cui si ricavano vini raffinati, eleganti e complessi, è il naturale prolungamento dell’espressione degli elementi tipici della vinificazione nella zona vitivinicola occidentale di Recaș.

I vini spumanti di qualità «Recaș» si distinguono da quelli ottenuti dalle medesime varietà provenienti da altre zone geografiche, proprio perché il vino di base per i vini spumanti proviene da uve coltivate e vendemmiate al momento della maturità tecnologica nella zona di Recaș. Tutte le caratteristiche delle uve della zona geografica di Recaș sono influenzate dai fattori enoclimatici e umani ivi presenti. Le pratiche agrotecniche, la gestione della struttura della vite e la determinazione della maturità tecnologica per la vendemmia delle uve destinate alla produzione del vino di base per i vini spumanti di qualità DOP «Recaș», unitamente alle qualità che le uve hanno acquisito in vigna e durante la lavorazione, rendono questo prodotto un vino eccezionale, con una personalità propria, di facile identificazione sul mercato, non solo grazie all’etichetta ma anche per il sapore e l’aroma.

Interazioni causali

La zona è caratterizzata dall’avvezione di venti, anche contrari, umidi da sud-ovest e da nord-ovest, leggermente più forti rispetto al resto del paese, che provocano un rapido accumulo delle nuvole quando dall’Europa centrale giungono fronti atmosferici ricchi di precipitazioni. Gli autunni lunghi e caldi favoriscono la formazione di antociani nella buccia delle uve Syrah/Shiraz, Negru de Drăgășani e Cabernet Franc.

La topografia della zona di Recaș comprende ampie vallate dove in luglio, data la notevole escursione termica, le mattinate sono tipicamente accompagnate dalla nebbia. La profondità e la struttura del suolo nei pendii inferiori influenzano in maniera particolare i volumi delle rese. Le viti tendono a sviluppare il proprio apparato radicale, prolungando il periodo del loro accrescimento attivo a discapito dell’accumulo di zuccheri negli acini. L’alternanza delle temperature elevate di giorno e basse di notte (escursione termica) influenza la composizione dei liquidi cellulari negli acini, abbassando il pH e aumentando così l’acidità.

Le temperature elevate e le precipitazioni nella prima fase della maturazione (gli ultimi dieci giorni di luglio) sono decisive per il raggiungimento del rapporto di acidità, pH, aromi e zuccheri necessari a una vendemmia adeguata per i vini spumanti di qualità.

I suoli argillo-calcarei hanno un coefficiente di ritenzione idrica e un drenaggio nettamente migliori rispetto ai suoli sabbiosi. I suoli profondi di Recaș agevolano l’accumulo nelle uve di sostanze volatili destinate a creare la complessità aromatica per i vini di base utilizzati per i vini spumanti di qualità DOP. Inoltre tale tipologia di suolo necessita di più tempo per scaldarsi, le uve maturano molto più lentamente e pertanto la vendemmia dei vini spumanti di qualità è più lunga rispetto ad altri vigneti.

Le varietà per cui sono pianificate vendemmie consistenti sono sottoposte a un’attenta potatura ai fini della produzione dell’uva e a un’accorta gestione del fogliame della struttura della vite al fine di ottenere raccolti che rispettino i parametri necessari per la produzione di vini spumanti di qualità.

La zona vitivinicola di produzione delle uve che servono da materia prima per i vini spumanti di qualità DOP «Recaș» è collinare e solcata da vallate. L’ampiezza di tali valli che solcano le catene collinari varia da decine di metri a 450 metri, aprendosi in genere a nord-est o a sud-ovest, assicurando una efficace esposizione al sole grazie a pendii dalla leggerissima inclinazione. Nel corso del tempo le vallate hanno sviluppato un sistema che ha reso possibile l’evacuazione delle acque meteoriche durante le forti piogge o lo scioglimento delle nevi. Il susseguirsi di tali canali naturali, gole consolidate o meno, contribuisce, unitamente alla varietà delle rocce metamorfiche, alla complessità del paesaggio con microrilievi, specifico della zona delimitata della denominazione di origine protetta «Recaș».

In tali condizioni la crescita e la maturazione delle uve avvengono in un sistema aereo e idrico favorevole allo sviluppo di livelli di acidità medi (e in alcuni luoghi anche elevati), indispensabili alla produzione del vino di base necessario per produrre vini spumanti di qualità. Le varietà bianche Tămâioasa Românească, Traminer Roz e Viognier rispondono ottimamente ai freddi mattini ai piedi dei pendii delle valli e alla nebbia che favorisce un eccellente equilibrio fra acidità, zuccheri e composti aromatici.

Al fine di ottenere vini spumanti di qualità, molti viticoltori della zona di denominazione di origine Recaș vendemmiano di notte, in modo da ridurre la durata della lavorazione tecnologica, evitando che la massa di uva raccolta si raffreddi. Segue una lavorazione rapida e delicata della miscela di mosto e vinacce al fine di evitare una riduzione dei nutrienti necessari alla fermentazione. Per la conservazione alcuni produttori si servono anche di cantine particolari, costruite molti anni fa ma mantenute in buono stato e portate a un livello di funzionamento ottimale. Tali cantine garantiscono un clima di conservazione ottimale per i vini, che ne preserva la freschezza (sviluppata in particolare dai vini bianchi spumanti) per più tempo, ma che favorisce altresì la maturazione (grazie anche alla presenza di pupitre utilizzati per ottenere vini spumanti di qualità).

È inoltre praticata la gestione della struttura della vite, tramite attività/lavori verdi (potatura a Guyot singolo o doppio, potatura Guyot Poussard, in base alla posizione dell’appezzamento sul pendio e della specifica fruttificazione della varietà, selezionando un metodo di allevamento della vite semi-alto, parzialmente o totalmente meccanizzato, rimuovendo i germogli dal ceppo al fine di controllare la crescita delle erbe infestanti fra i filari e falciandole, smuovendo il suolo utilizzando uno specifico estirpatore, rimuovendo i germogli sterili al fine di promuovere la crescita/maturazione del prodotto (per esempio nel caso dello Chardonnay) e pizzicando i germogli prima che fioriscano in modo da promuovere una fruttificazione nel fiore a una percentuale più elevata, una maggiore massa media del grappolo e una maggiore resa per unità di superficie in varietà quali Fetească Regală, Pinot Noir o Muscat Ottonel).

9.   Ulteriori condizioni essenziali (confezionamento, etichettatura, altri requisiti)

Condizioni di commercializzazione

Quadro di riferimento giuridico:

nella legislazione nazionale.

Tipo di condizione supplementare:

disposizioni supplementari in materia di etichettatura

Descrizione della condizione:

il disciplinare (condizioni di etichettatura) è stato integrato per la categoria di vino di nuova introduzione (vino spumante di qualità) attraverso l’indicazione facoltativa delle tecnologie specifiche utilizzate per ottenere la categoria stessa, dal momento che queste hanno un impatto sul modo in cui il vino spumante «Recaș» viene percepito dai consumatori evocando la reputazione della denominazione di origine protetta.

Link al disciplinare di produzione

http://onvpv.ro/sites/default/files/caiet_de_sarcini_doc_recas_cf_notific_2068_17.09.2019_la_cererea_1351_16.06.2017_cf_notific_798_21.04.2020_no_track_changes.pdf

 

Ricerca rapida : Cerca con le categorie Domanda pubblicata, News o con i tag Recaş Dop, domanda pubblicata

 

Ultimi articoli

  • Nagykun rizs Igp
  • Pesca di Delia Igp
  • Ennstaler Steirerkas Dop
  • Vanille de l'île de La Réunion Igp - Francia
  • Jászsági nyári szarvasgomba Igp - Ungheria